medico e persona anziana

Cos’è la psiconcologia? Chi è lo psiconcologo?

Sono molte le domande che possono nascere al solo pensiero di dover combattere e convivere con una malattia oncologica, tra le tante ci si chiede spesso cosa sia la psiconcologia e a cosa serva, ma ancora più spesso nemmeno la si è mai sentita nominare!

La psiconcologia è una disciplina scientifica che si è sviluppata attorno agli anni ’50 negli Stati Uniti, progressivamente cresciuta in tutto il mondo, per occuparsi in maniera specifica delle conseguenze psicologiche causate da un tumore. Ammalarsi di cancro e ricevere una diagnosi di questo tipo è un avvenimento traumatico che investe non solo la dimensione fisica, come si è portati a pensare semplificando un evento che è decisamente complesso, ma investe anche tutte le dimensioni della persona quali la sfera psicologica, i valori individuali e spirituali, i rapporti interpersonali e sociali; per questo comprendere a fondo il vissuto emotivo della persona e l’impatto della malattia e delle conseguenti terapie sull’esistenza, è un punto fondamentale per fornire ai pazienti la necessaria assistenza.

Se l’ansia, la paura, la preoccupazione, la demoralizzazione, la rabbia sono normali risposte alla malattia, quando queste diventano più intense, più continue e perseveranti, è importante chiedere aiuto psicologico specialistico senza vergogna o timore di essere considerati “anormali o malati di mente”. La valutazione della risposta emozionale delle persone ammalate e dei loro familiari è un tema fondamentale della psiconcologia ed è un dovere della medicina, poiché il dolore psicologico, al pari del dolore fisico, è in tutto e per tutto un parametro vitale da monitorare regolarmente durante il percorso di malattia. A sostegno di questo costrutto, ormai diversi studi scientifici hanno messo in evidenza come a livello neurologico si attivi la medesima area cerebrale sia che la persona accusi un dolore fisico sia che la persona viva una sofferenza psichica.

La psiconcologia è dunque necessaria per garantire alla persona ammalata di tumore e ai suoi familiari una migliore qualità di vita e un’assistenza ottimale, che è un “dovere” della medicina e dell’oncologia e un “diritto” di ogni cittadino. A giugno 2008 il Consiglio dell’Unione Europea ha ufficialmente invitato gli Stati membri a rendere operative le procedure per dare risposta ai bisogni psicosociali delle persone ammalate di cancro: nell’assistenza clinica oncologica, nella riabilitazione e negli interventi di follow-up post-trattamento.

In Italia, il “Piano oncologico nazionale 2010-2012” ha sottolineato per la prima volta in maniera specifica il ruolo e l’importanza della psiconcologia, indicando come la rilevazione precoce delle dimensioni psicosociali (disagio emozionale, bisogni del paziente, qualità di vita) rappresenta il presupposto per individuare le persone che necessitano di interventi mirati. Viene inoltre sancita l’attivazione di percorsi psico-oncologici di prevenzione, cura e riabilitazione del disagio emozionale, che possono essere di consulenza e supporto psicologico o più specificamente psicoterapeutici (individuali, di gruppo, di coppia, familiari), in ogni caso risultando fondamentali per il paziente e per la sua famiglia.

A prendersi cura di questi aspetti, a lavorare nell’ambito dell’oncologia e dell’assistenza alle persone malate di cancro e alle loro famiglie, oltre ai medici, in particolare oncologi e psichiatri, e agli altri operatori sanitari, ci sono gli psiconcologi, ovvero i professionisti psicologi o psichiatri che abbiano svolto un training specifico in oncologia e nelle cure palliative, così da supportare gli ammalati anche negli aspetti psicologici, sociali e spirituali della malattia oncologica, tenendoli nella dovuta considerazione. Si ritiene pertanto fondamentale che le persone ammalate di tumore possano esprimere i propri bisogni psicologici ai propri curanti e accedere ai servizi di psiconcologia territorialmente più vicini, pubblici o privati, nel caso sia necessario ricevere un aiuto specifico.

Nessuna informazione presente in questo post / articolo deve essere ritenuto come soluzione ad un problema di salute e non deve essere considerato come consiglio medico. Consulta sempre il tuo Medico di fiducia.


roccetti federica psicologo  

Autore: Roccetti Federica

Psicologa Psicoterapeuta


Biografia | Prenota